Mangiatori di morte

Mangiatori di morte – M. Crichton

 12,00

Mangiatori di morte (Eaters of the Dead, 1976) è un romanzo di Michael Crichton pubblicato da Garzanti nel 1977.

Solo 1 pezzi disponibili

COD: MDM Categorie: , ,

Descrizione prodotto

Mangiatori di Morte

Mangiatori di morte (Eaters of the Dead, 1976) è un romanzo di Michael Crichton pubblicato da Garzanti nel 1977.

Mangiatori di Morte – Il libro

Mangiatori di morte ha come titolo originale il più esteso Eaters of the Dead: The Manuscript of Ibn Fadlan Relating His Experiences with the Northmen in A.D. 922, vale a dire “Mangiatori di Morte: il manoscritto di Ahmad ibn Fadlan sulle sue esperienze con i Vichinghi nel 922“.

Il romanzo si presenta come un falso storico, il manoscritto ritrovato e commentato da Crichton stesso riguardante il viaggio di un musulmano del X secolo e delle sue battaglie con un gruppo di Vichinghi contro un misterioso nemico.

Come usuale nei libri di Crichton (vedi Il terminale uomo o il più famoso Jurassic Park), egli accompagna le sue descrizioni facendo riferimento, per dare un senso di autenticità, ad una bibliografia a volte vera ma spesso completamente di fantasia (per esempio quando cita l’editore Fraus-Dolus o l’inesistente Necronomicon). Il libro è comunque storicamente accurato e ben documentato.

Nell’appendice Crichton spiega infatti che le fonti di ispirazione del romanzo sono state fondamentalmente due: i tre capitoli del diario tenuto da Ibn Fadlan riguardanti il popolo dei Rus’, l’antica popolazione russa (un manoscritto che esiste davvero e che peraltro è molto citato fra gli storici) e la epopea altomedioevale di Beowulf, sulla lotta di un uomo contro il mostro Grendel e la madre del mostro. Un amico l’aveva sfidato a rendere questi temi interessanti e moderni e Crichton aveva accettato volentieri la sfida.

Trama di Mangiatori di Morte

Il romanzo, raccontato in prima persona, è ambientato nel X secolo: il Califfo di Baghdad (المقتدر بالله) invia, come punizione per liberarsi di lui, il dignitario Ahmad ibn Fadlan (احمد بن فضلان) al lontano Re dei Bulgari al fine di istruire quest’ultimo sulla religione Islamica. Ibn Fadlan inizia il viaggio con una comitiva composta da un imprecisato numero di uomini. Durante il tragitto questi entrano in contatto con alcune tribù turche note come Oghuz, i cui usi e costumi vengono descritti con dovizia di particolare dal narratore, vengono spiegati nel dettaglio infatti i riti funebri e matrimoniali.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.